skip to Main Content

Coronavirus: ecco il decorso dell’infezione in bambini molto piccoli

Sono stati appena pubblicati su JAMA i primi dati relativi a bambini di età inferiore all’anno.

Come più volte evidenziato, un dato in particolare sta emergendo dall’analisi delle caratteristiche cliniche dell’infezione da nuovo coronavirus: i bambini sono meno soggetti alle forme gravi dell’infezione. A confermare questo dato è una comunicazione appena pubblicata su JAMA, in cui è stata studiata l’evoluzione clinica dell’infezione in nove bambini molto piccoli ricoverati in ospedale, d’età compresa tra uno e undici mesi. Di questi, solo quattro avevano febbre, altri due mostravano segni lievi dell’infezione (naso che colava e tosse), mentre uno non aveva alcuna manifestazione clinica evidente. Di due, infine, non si avevano notizie chiare sullo stato clinico al momento del ricovero in ospedale. Tutti i bambini avevano almeno un familiare già infettato dal virus. L’evoluzione dell’infezione è stata priva di complicazioni in tutti e nove i casi senza necessità di ricorrere alla ventilazione assistita in Terapia Intensiva.

Sebbene limitata nei numeri, questa prima casistica focalizzata su bambini (fra l’altro, molto piccoli) conferma due cose: 1) i bambini non sono immuni dall’infezione, come qualcuno ha ipotizzato; 2) le forme cliniche risultanti tendono, però, ad avere un andamento più benigno.

Una buona notizia che avevamo già dato e che questo studio conferma. È sempre bello poter confermare qualcosa di positivo.

 

Roberto Burioni e Nicasio Mancini

 

Fonti:

https://jamanetwork.com/journals/jama/fullarticle/2761659

 

Condividi
Coronaviruscoronavirus bambiniCoronavirus causeCoronavirus Italia
Back To Top