skip to Main Content
Panettone E Pandoro

Pandoro o panettone? I due dolci del Natale a confronto dal punto di vista nutrizionale

A Natale qualche “sgarro” alimentare è concesso. Oggi iniziamo con i due dolci che in Italia si associano a questo periodo di festa.

Anche noi vogliamo dire la nostra sull’eterna lotta tra questi due mostri sacri del periodo natalizio, ovviamente nello stile di MedicalFacts. Ogni anno pandoro e panettone si giocano il primato nazionale a colpi di migliaia di tonnellate vendute.

Il pandoro

Dolce originario di Verona, ha una pasta “dorata” soffice e leggera e un sapore delicato. Malgrado la sua semplicità, il processo produttivo è piuttosto complesso ed è regolamentato in maniera molto precisa. L’impasto contiene farina di frumento, zucchero, uova intere di categoria A (ovvero, uova fresche non refrigerate a meno di 21 giorni dalla deposizione), o solo il tuorlo, materia grassa butirrica (la parte grassa del latte usata per fare il burro), lievito naturale, aromi di vaniglia o vanillina e sale. A discrezione del produttore possono essere aggiunti latte o derivati, malto, burro di cacao, zuccheri, zucchero a velo, aromi naturali, emulsionanti e alcuni conservanti. Molte varianti commerciali più o meno “farcite” si sono aggiunte negli anni.

100 grammi di pandoro classico (uno degli otto “spicchi” standard pesa più o meno 125 grammi) contengono circa:

Kcal 414

Carboidrati 51 g

Grassi 20 g

Proteine 7 g

Il panettone

È un dolce natalizio tipico di Milano. Ha una pasta lievitata soffice, tradizionalmente arricchita con uvetta e cedro e scorza di arancia canditi. Le versioni di questo dolce sono molteplici e anch’esso ha un preciso disciplinare per la produzione.

L’impasto contiene farina di frumento, zucchero, uova intere di categoria A o solo il tuorlo, materia grassa butirrica, uvetta e scorze di agrumi canditi, che il produttore può non inserire (indicandolo nella denominazione in etichetta). È facoltà del produttore aggiungere latte o derivati, miele, malto, burro di cacao, zuccheri, aromi naturali, emulsionanti e alcuni conservanti. Ovviamente esistono molteplici varianti farcite, glassate, decorate e così via.

100 grammi di panettone classico (se si divide in otto un panettone da un chilo, una fetta pesa 125 grammi) contengono circa:

Kcal 373

Carboidrati 53 g

Grassi 14 g

Proteine 6 g

Sia il panettone che il pandoro sono, quindi, alimenti ricchi di zuccheri e grassi e, di conseguenza, caratterizzati da un’elevata concentrazione calorica. Da questo punto di vista sono davvero simili.

Si possono mangiare? Certo che sì! Come tutti i dolci vanno consumati saltuariamente e magari in momenti speciali e di festa, perciò quale occasione migliore del Natale? Facciamolo, quindi, ma con la giusta moderazione.

A breve tratteremo altri dolci regionali italiani della tradizione natalizia forse meno conosciuti, ma sicuramente non meno buoni di pandoro e panettone. La nostra Penisola è ricchissima anche da questo punto di vista.

 

Giacomo Astrua

Dietista

 

Fonti:

Grande enciclopedia illustrata della gastronomia; Marco Guarnaschelli Gotti; Mondadori DOC

 

Condividi
Alimentazione
Back To Top