skip to Main Content
Incontinenza Urinaria Femminile: Un Problema Comune, Ma Curabile

Incontinenza urinaria femminile: un problema comune, ma curabile

L’incapacità di trattenere l’urina può essere dovuta a svariate condizioni, gran parte della quali spesso risolvibili. Il primo passo è parlarne.

Oggi vi parliamo di un problema piuttosto comune nelle donne, che può portare a un po’ d’imbarazzo, ma che è tendenzialmente curabile: l’incontinenza urinaria femminile. Di cosa si tratta? Normalmente la minzione (ossia, l’atto del fare la pipì), è un’attività che possiamo controllare: possiamo, cioè, decidere qual è il momento più adatto per svuotare la nostra vescica. Chi soffre d’incontinenza urinaria, invece, non riesce a trattenere l’urina, che può fuoriuscire involontariamente nei momenti meno opportuni.

Questo disturbo può insorgere in momenti diversi della vita, per esempio durante la gravidanza o subito dopo il parto, oppure in caso di aumento di peso o dopo un intervento chirurgico. Anche dopo la menopausa, con l’invecchiamento, si può andare incontro a questa fastidiosa situazione. Durante la vita ci possono essere fasi di miglioramento e di peggioramento e non è raro che ci sia una recidiva, ossia che il problema si presenti una seconda volta dopo un’iniziale terapia che aveva avuto successo.

Categorie

Ci sono due grandi categorie d’incontinenza urinaria. La più frequente è quella cosiddetta “da sforzo”, che si può presentare dopo il parto ed è più comune nella donna giovane; in questo caso la perdita di urina si verifica in corrispondenza, per esempio, di un colpo di tosse o di uno starnuto. Il secondo tipo, un po’ più raro e più tipico nella donna anziana o in donne con problemi neurologici (per esempio ictus, demenza), è quello che si chiama “incontinenza da urgenza”. In questo caso lo stimolo a urinare compare improvvisamente ed è molto forte, in qualunque momento della giornata, tanto da non poterlo ritardare. In alcuni casi questi due tipi d’incontinenza coesistono e si parla di “incontinenza urinaria mista”.

Rivolgersi al medico

Per quanto possa sembrare imbarazzante, è fondamentale parlare con il proprio medico di questo problema, perché ci sono molte probabilità di essere aiutate a trovare la cura più adatta alla singola situazione che ha causato l’incontinenza. Il medico potrà avvalersi di alcuni esami di approfondimento, come per esempio l’esame delle urine o un’ecografia per valutare se, dopo aver urinato, la vescica si svuota completamente o se rimane ancora urina all’interno. In alcuni casi sono necessari altri esami più specifici, talvolta di competenza specialistica.

Può, poi, essere utile tenere anche un vero e proprio diario nel quale viene annotata la quantità di liquidi assunti e il numero di volte in cui si va a urinare. Tutto questo per capire qual è il percorso adatto per un trattamento che sia il più efficace possibile, a seconda del quadro d’incontinenza urinaria presente.

La terapia prevede, anzitutto, alcune modifiche comportamentali, come per esempio assumere liquidi presto durante la giornata, evitare di berne grandi quantità tutte insieme e cercare di svuotare la vescica a intervalli regolari. Anche perdere alcuni chili per raggiungere il proprio peso forma è fondamentale, in quanto l’obesità può causare e peggiorare l’incontinenza urinaria. Oltre a varie soluzioni farmacologiche e chirurgiche, molto importante è la ginnastica pelvica (ovvero del “pavimento” del nostro addome), affinché i muscoli che sostengono la vescica siano attivi e in grado di contrastare l’incontinenza.

Concludendo, l’incontinenza urinaria nella donna è un problema comune. Dal momento che, come abbiamo visto, le possibilità di trattamento sono diverse ed efficaci, non bisogna permettere che vinca l’imbarazzo e la paura di parlarne: affrontare l’argomento con il proprio medico è senz’altro la soluzione migliore.

 

Renata Gili

 

Fonti:

Brubaker L. Identification and management of urinary incontinence in midlife women. Menopause: The Journal of The North American Menopause Society Vol. 26, No. 11, pp. 1324-1326

 

Back To Top