skip to Main Content
Cosa Accadrebbe Se Gli Antivaccinisti Trionfassero? Possiamo Saperlo Osservando Quello Che è Successo A Samoa

Cosa accadrebbe se gli antivaccinisti trionfassero? Possiamo saperlo osservando quello che è successo a Samoa

Il Paese dell’Oceania, con un tasso di vaccinazione solo al 31%, è stato colpito da un’epidemia di morbillo, che ha già causato 53 morti. Per lo più bambini.

L’isola remota nell’Oceano Pacifico non ha mai avuto elevate coperture vaccinali: gli antivaccinisti l’hanno fatta da padroni e alcuni alfieri di questa scellerata tendenza, come un rampollo dei Kennedy, l’hanno visitata per diffondere la disinformazione. Oltre a questo, nel 2018 due bambini sono morti subito dopo la vaccinazione contro il morbillo, parotite e rosolia a causa di un tragico errore di due infermiere, che al posto dell’acqua hanno usato per diluire il vaccino liofilizzato un anestetico scaduto. Le due infermiere sono andate a processo, si sono dichiarate colpevoli, sono state condannate a cinque anni di galera a testa, ma questo non è servito a fermare la disinformazione degli antivaccinisti che hanno continuato a diffondere il terrore presso i genitori. Risultato: il tasso di vaccinazione è sceso al 31%.

Un’epidemia di morbillo

Samoa è molto remota, ma non abbastanza per il virus che può viaggiare grazie a persone apparentemente sane, che sono in grado di trasmettere l’infezione. E, infatti, il morbillo è arrivato.

Risultato: quasi 4 mila casi di morbillo con 53 morti, dei quali 48 bambini sotto i 4 anni. Le autorità hanno già sbarrato le scuole e bandito i bambini da tutti i luoghi pubblici, ma adesso faranno di più. Gli uffici statali saranno tutti chiusi nei giorni del 5 e del 6 dicembre e tutti gli impiegati statali saranno impiegati per aiutare una massiccia vaccinazione di più persone possibile. L’epidemia prima o poi si fermerà, ma intanto 53 persone sono morte e nessuno le riporterà in vita e chi ha riportato danni permanenti se li terrà per tutta la vita.

Tutto questo si sarebbe potuto evitare se la copertura vaccinale contro il morbillo fosse stata adeguata.

Insomma, con la salute non si scherza. Se non si vaccina la gente muore, e a morire sono i più deboli e i più piccini. Chi chiede la libertà di non vaccinare chiede la libertà di causare una catastrofe di queste dimensioni.

 

Roberto Burioni

 

Fonti:

https://www.washingtonpost.com/health/2019/12/02/samoa-measles-deaths/

https://www.immune.org.nz/hot-topic/infant-deaths-samoa-tragic-outcome-error-preparing-mmr-vaccine

 

Back To Top