skip to Main Content
Arte E Salute: La Bellezza Che Aiuta A Prevenire E Curare La Patologia

Arte e salute: la bellezza che aiuta a prevenire e curare la patologia

  • News

«Mens sana in corpore sano»: vale anche per l’effetto di alcune manifestazioni artistiche su alcune patologie. Lo dice l’OMS.

L’arte migliora la salute e aumenta il benessere? Questa è la domanda alla quale l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), con un report pubblicato di recente, si propone di rispondere. Negli ultimi vent’anni, infatti, sono state condotte molte ricerche sul tema e questo documento cerca di mettere insieme i risultati esistenti e chiarirne il significato. Ed effettivamente, con uno sguardo complessivo, sembra che l’arte possa avere un ruolo importante, non solo nella prevenzione ma anche nel trattamento di numerose condizioni patologiche.

Cosa s’intende per “arte” nel report dell’OMS

È vero, le arti sono sempre state difficili da definire, ma alcune caratteristiche fondamentali che possano tracciare i confini dell’insieme che le contiene ci sono. Per esempio, l’oggetto dell’opera d’arte (sia essa fisica o basata su un’esperienza), non è valutato per la sua utilità, ma solo per ciò che rappresenta. Inoltre, l’arte provoca un’emozione ed è caratterizzata da novità, creatività e originalità.

O ancora, l’artista deve avere abilità specifiche e ci devono essere regole di forma, composizione ed espressione. Poi, all’interno di questi confini, ci sono arti diverse e queste, relativamente alla ricerca in ambito sanitario, vengono tendenzialmente divise in cinque categorie: le arti performative come la danza, la musica o il teatro; le arti visive come per esempio il disegno e la fotografia; la letteratura; le attività culturali, come andare a un concerto o a visitare un museo; e, infine, le arti digitali.

Cosa s’intende per “salute”

Sempre secondo l’OMS, la salute è definita come uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale e non come semplice assenza di malattia o di infermità. Questa definizione, pubblicata nel 1948, si focalizza soprattutto sul benessere individuale e sociale. Inoltre, andando più a fondo, si può capire come la presenza di una malattia cronica, fisica o mentale, non voglia dire necessariamente essere malato. Infatti, la salute può essere vista come un processo dinamico che si basa molto sulla propria capacità di autogestione e di ritrovamento di un nuovo equilibrio, che permetta alla persona di realizzarsi con un buon grado d’indipendenza e di partecipazione sociale e quindi, in ultima analisi, di non essere considerata malata.

Qual è il collegamento fra arte e salute?

Le attività artistiche possono essere considerate come azioni complesse all’interno delle quali si combinano più componenti (come il coinvolgimento dell’immaginazione, l’attivazione sensoriale, l’evocazione di emozioni o la stimolazione cognitiva), che possono favorire la promozione della salute. Tutti questi elementi possono confluire in diversi effetti, principalmente sul piano psicologico, fisiologico, sociale e comportamentale. L’arte, infatti, può ridurre l’isolamento e la solitudine, ridurre la risposta allo stress o aumentare le opportunità di esercizio fisico e di comportamenti salutari. Tutto ciò porta a innumerevoli vantaggi in termini di prevenzione e promozione della salute e di trattamento e gestione delle patologie. Lo vedremo presto in un prossimo articolo con tutta una serie di esempi pratici. Non perdetevelo.

 

Renata Gili

 

Fonti:

Fancourt D, Finn S. What is the evidence on the role of the arts in improving health and well-being? A scoping review. Copenhagen: WHO Regional Office for Europe; 2019 (Health Evidence Network (HEN) synthesis report 67)

 

Back To Top