skip to Main Content
Obesità: SMS Per Motivare Alla Perdita Di Peso

Obesità: SMS per motivare alla perdita di peso

«Una telefonata allunga la vita», recitava un adagio pubblicitario degli anni ’80. Uno studio molto particolare appena pubblicato sulla rivista PloS Medicine conferma che questo può essere vero anche nel 2019.

Più di una volta Medical Facts ha focalizzato la propria attenzione su come l’obesità sia un problema rilevante di sanità pubblica, essenzialmente per due motivi: è molto diffusa ed è causa di un gran numero di malattie croniche. Vediamo alcuni dati per capire meglio l’ordine del problema che, vi assicuro, è davvero molto grande. Innanzitutto l’obesità è in aumento e l’Organizzazione Mondiale della Sanità ci mette in guardia dicendoci che dal 1975 i casi si sono quasi triplicati. Nel 2016, in tutto il mondo, circa 1,9 miliardi di adulti erano sovrappeso (che significa, per capirci meglio, quasi il 40% delle persone maggiori di diciotto anni), e di tutti questi, 650 milioni erano obesi. Un numero enorme che va quasi a pareggiare l’estremo opposto: il numero di obesi è poco minore del numero di persone che nel mondo soffre la fame. E l’obesità uccide, esattamente come la fame. Infatti, questa condizione è uno dei rischi principali per lo sviluppo di innumerevoli patologie, come quelle cardiovascolari (in particolare l’ictus e l’infarto), il diabete, alcune malattie muscoloscheletriche come l’artrosi e anche diversi tumori come per esempio quello del colon, del seno e molti altri. I dati mondiali si confermano anche nel nostro Paese: in Italia 3 adulti su 10 sono sovrappeso e 1 su 10 vive una condizione di franca obesità.

Dimagrire con il telefono

Le evidenze scientifiche dimostrano che la perdita di anche solo il 5% del proprio peso corporeo aiuta già a ridurre sostanzialmente il rischio di malattie croniche. Sono diverse le strategie che si possono mettere in atto per aiutare le persone che lo necessitino a dimagrire e in un recente studio è stato dimostrato che i cellulari possono dare una mano.

In pratica, sono stati inviati a un numeroso campione di persone obese e sovrappeso, giornalmente, SMS contenenti messaggi personalizzati e interattivi, finalizzati a condurre stili di vita più sani e ad aumentare l’esercizio fisico. A questo si aggiungeva una breve telefonata mensile che riportasse questi stessi messaggi direttamente a voce. L’intervento è servito molto ed è stata registrata una significativa perdita di peso fra i partecipanti.

È interessante sottolineare che lo studio non ha tenuto in considerazione solo l’effettiva perdita di peso corporeo, ma ha dato importanza anche ad altri risultati, come per esempio i cambiamenti nella dieta e negli stili di vita (per esempio la riduzione dei comportamenti sedentari).

Questo è fondamentale, dal momento che, nella maggior parte dei casi, l’obesità è portata da un disequilibrio fra le calorie consumate e le calorie introdotte nel nostro organismo: è, quindi, un problema assolutamente prevenibile. In Italia il Ministero della Salute e l’Istituto Superiore di Sanità si stanno impegnando molto su questo fronte e sono numerosi i sistemi attivi finalizzati a monitorare l’andamento di questo problema, sia nei bambini che negli adulti.

Il Ministero al lavoro

Da alcuni mesi è stato anche istituito un tavolo di lavoro ministeriale che ha lo scopo proprio di proporre e definire strategie e azioni incisive per contrastare e prevenire l’obesità. Visti i numeri spaventosamente grandi e l’ampissima diffusione di questo problema, data da fattori ambientali, sociali ed economici che spesso condizionano gli stili di vita e le abitudini alimentari di ogni individuo, si parla addirittura di “epidemia di obesità”.

E come per prevenire le epidemie di malattie infettive esistono i vaccini o per prevenire gli incidenti stradali esistono le cinture di sicurezza, l’arma che abbiamo in questo caso è l’adozione di stili di vita sani, con una moderata attività fisica giornaliera e una dieta corretta. Tra l’altro, partiamo avvantaggiati: viviamo nella patria della dieta mediterranea, ricca di verdure, frutta, legumi, cereali, olio extra vergine di oliva, pesce e qualche volta carne. Sfruttiamo questo vantaggio!

 

Renata Gili

 

Fonti:

www.who.int

www.epicentro.iss.it

www.salute.gov.it

Godino JG, Golaszewski NM, Norman GJ, Rock CL, Griswold WG, Arredondo E, et al. (2019). Text messaging and brief phone calls for weight loss in overweight and obese English- and Spanish-speaking adults: A 1-year, parallel-group, randomized controlled trial. PLoS Med 16(9): e1002917.

 

Back To Top