skip to Main Content
Febbre Post Vaccini: Non Causa Epilessia, Autismo O Altri Disturbi Neurologici

Febbre post vaccini: non causa epilessia, autismo o altri disturbi neurologici

Uno studio australiano ha stabilito, senza possibilità d’interpretazione, che le febbri che seguono le vaccinazioni, anche se accompagnate da convulsioni (comuni nei bambini fino ai 6 anni), non causano malattie neurologiche di alcun tipo.

Le convulsioni febbrili sono un disturbo fortunatamente non grave, ma che spaventa moltissimo i genitori. Sono molto comuni (capitano mediamente a un bambino su 20), tra i sei mesi e i sei anni di età, con un picco intorno ai due anni. Fortunatamente, pur ingenerando grande paura (comprensibilmente), nel padre e nella madre, sono del tutto benigne. Gli studi epidemiologici, che hanno seguito questi bambini, hanno dimostrato che, nella quasi totalità, diventeranno adulti normalissimi e senza essere a rischio di sviluppare epilessia.

Come abbiamo detto, queste convulsioni sono causate da febbre alta, che tipicamente nei bambini è causata da infezioni virali, che guariscono generalmente da sole. Però la febbre può, seppur raramente, essere causata anche dalle vaccinazioni. In questo caso la febbre causata dai vaccini passa da sola, per cui tutto fa pensare che le convulsioni febbrili che seguono le vaccinazioni siano a prognosi benigna, come quelle che seguono le infezioni virali dell’infanzia.

Spieghiamo meglio

Tuttavia «tutto fa pensare», è un’espressione che ai medici piace poco: molto meglio sostituire il «tutto fa pensare che le convulsioni che seguono le vaccinazioni siano a prognosi benigna», con «i dati dimostrano che le convulsioni che seguono le vaccinazioni SONO A PROGNOSI BENIGNA».

È quello che hanno dimostrato studiosi australiani, che hanno dimostrato in un lavoro recentemente uscito che le convulsioni che possono raramente seguire la febbre causata dalle vaccinazioni hanno una prognosi identica, ed egualmente benigna, rispetto a quelle che seguono la febbre causata da infezioni virali.

Questo ci conferma quanto già sapevamo

I vaccini correntemente in uso non hanno alcun ruolo nel causare epilessia, autismo o altri disturbi irreversibili del sistema nervoso. I danni da vaccinoal momento sono tutti da dimostrare. I vaccini rimangono, anche se agli antivaccinisti non piace, i farmaci più sicuri tra quelli a disposizione in questo momento.

 

Roberto Burioni

 

Fonti:

Deng L, Gidding H et al. Postvaccination Febrile Seizure Severity and Outcome. Pediatrics. 2019; 143: e20182120. DOI: 10.1542/peds.2018-2120

 

Back To Top