skip to Main Content
Fastweb è Partner Di Medical Facts

Fastweb è partner di Medical Facts

  • News

L’azienda di telecomunicazioni, da sempre all’avanguardia nella scienza e nella tecnica, da oggi sostiene il nostro sito di divulgazione medico-scientifica.

La scienza, fortunatamente, ha una tendenza naturale a essere utilizzata a fin di bene. L’energia atomica è stata immaginata come strumento terribile di distruzione, poi è finita a curare malattie con la radioterapia. Il laser, possibile raggio della morte, è invece uno strumento chirurgico che ci libera da tanti mali (miopia inclusa), e che addirittura ci ha fatto ascoltare musica e vedere film per tanti anni.

I satelliti GPS dovevano guidare bombe verso i loro bersagli e invece ora guidano tutti noi, permettendoci viaggi più comodi e sicuri.

Internet

Lo stesso è accaduto a Internet, creato come strumento per trasmettere ordini militari, anche in caso di un devastante attacco nucleare, che è finito per essere qualcosa di molto diverso e, fortunatamente, ben più pacifico.

E infatti su Internet ci siamo noi, con Medical Facts, per portarvi un’informazione comprensibile, convincente e accurata su temi medici. Però, siete in tanti, più di quelli che immaginavamo: per questo abbiamo dovuto chiedere aiuto a qualcuno in grado di aiutarci, per fare arrivare la nostra voce a tutti quelli che vogliono ascoltarla.

L’aiuto di Fastweb

Per questo abbiamo chiesto aiuto a Fastweb, un’azienda da sempre all’avanguardia nella scienza e nella tecnica, e che immaginavamo sarebbe stato il nostro partner naturale in quest’avventura. Così è stato.

Fastweb ci ha messo a disposizione generosamente i suoi mezzi ed è il nostro primo compagno di viaggio in quest’avventura, che stiamo vivendo insieme a voi.

Per questo, penso che dobbiamo essergliene grati. Io sono cliente di quest’azienda da quando sono arrivato a Milano nel 2004, ma vi garantisco che nella mia bolletta di casa non godo neanche di un euro di sconto. Ma se oggi potete raggiungere questo sito, un grazie sentito dobbiamo dirlo a loro.

 

Roberto Burioni

 

(Nell’immagine il logo di Fastweb)

Back To Top