skip to Main Content
Siamo Al Paradosso: Muore A 105 Anni E Danno La Colpa Al Vaccino Antinfluenzale

Siamo al paradosso: muore a 105 anni e danno la colpa al vaccino antinfluenzale

In provincia di Padova un signore ultracentenario si è spento nei giorni scorsi. I parenti e gli antivaccinisti sostengono sia colpa della vaccinazione contro l’influenza.

Possiedo un’automobile estremamente affidabile. Con quest’auto ho percorso oltre un milione di chilometri. A un certo punto il motore dell’auto cede in modo irreparabile. Ha senso incolpare per il guasto l’ultimo rifornimento di benzina, effettuato in un distributore dove si riforniscono senza problemi migliaia di altri automobilisti? Ovviamente no.

Eppure questo è quello che è accaduto a Padova. Un signore di 105 anni(centocinque, avete letto bene) muore. Muore tre mesi dopo la somministrazione del vaccino antinfluenzale e i familiari (insieme agli antivaccinisti, che rimbalzano la notizia non cogliendo l’incredibile paradosso) incolpano proprio il vaccino.

Contro ogni logica

Come potete giustamente intuire, il vaccino non c’entra nulla: che una cosa purtroppo prevedibile (il decadimento della salute e la morte di un centocinquenne) sia avvenuta DOPOuna vaccinazione non significa che è avvenuta A CAUSAdella vaccinazione.

Per dimostrare un rapporto causa-effetto ci vuole la vituperata e trascurata scienza, che con il suo metodo e con il suo rigore ci permette di capire se si tratta di una coincidenza o no. In questo particolare caso, tuttavia, sarà molto difficile: nonostante i vaccini e la scienza, la fortuna di arrivare a 105 anni ce l’hanno purtroppo ancora in pochi.

 

Roberto Burioni

 

Fonte:

Mattino di Padova

 

(Nell’immagine l’articolo del Mattino di Padova)

 

Back To Top