skip to Main Content
Medical Facts Cerca Giovani Collaboratori

Medical Facts cerca giovani collaboratori

  • News

Cerchiamo ragazzi appassionati, come Matteo Castelli, che è appena stato insignito del premio “Salvatore Luria” dalla Società Italiana di Virologia. Ecco la sua storia e come collaborare con noi.

 

C’è una sola situazione in cui non so trattenere il mio entusiasmo e la mia soddisfazione: quando un giovane collaboratore ha successo. Ebbene, Matteo Castelli, che con me si è laureato e ha conseguito il dottorato di ricerca, è stato insignito dalla Società Italiana di Virologia del premio Salvatore Luria, per la migliore comunicazione scientifica, al convegno nazionale appena concluso.

Il percorso di Matteo

Matteo, già prima della laurea, si era fissato con l’idea di utilizzare i computer per capire come i virus vengono riconosciuti dal sistema immunitario dei pazienti.

Come studente è stato assunto ai laboratori IBM nello stato di New York, poi ha lavorato in Svizzera (anche lì hanno tentato di rubarcelo), e per fortuna non è rimasto un cervello in fuga, ma è tornato qui da noi, dove ha iniziato una carriera accademica, che sono certo sarà brillantissima.

I suoi lavori come primo nome su giornali prestigiosi, come Drug Discovery Today, sono la testimonianza più chiara del suo incontestabile valore.I sacrifici sono tanti, ma vedere giovani capaci che portano nuove energie e nuove idee nel mio laboratorio mi ripaga di tutte le difficoltà che s’incontrano sul lavoro (e anche sui social).

Collabora con Medical Facts

Per questo motivo, Medical Facts è in cerca di giovani collaboratori e aperto a contributi. Se volete provare a fare la vostra parte, vi preghiamo di inviare il vostro scritto (file Microsoft Word), a contributi.medicalfacts@gmail.com.

Gli articoli dovranno essere massimo di 3 mila battute (spazi inclusi), dovranno riguardare argomenti di carattere assolutamente generale, con bibliografia annesa e non contenere termini tecnici. Ricordate che devono essere chiari, appassionanti e convincenti.

 

Roberto Burioni

 

(Nella foto, da sinistra, Matteo Castelli e Roberto Burioni)

 

Back To Top