skip to Main Content
Vaccinarsi Contro Il Morbillo Anche Da Adulti è Molto Importante

Vaccinarsi contro il morbillo anche da adulti è molto importante

Per tagliare le gambe al virus ci sono i vaccini, non solo per i bambini. È importante che tutti si rendano immuni al virus. Ecco alcune importanti precisazioni sul tema.

Molti genitori sono spaventati per i casi di morbillo in Italia. Cosa fare? La risposta è molto semplice. Prima di tutto vaccinare i bambini, perché è in questa popolazione che il morbillo circola con maggiore intensità. La cosa più urgente e più importante è vaccinarli tutti, in modo da tagliare le gambe alla circolazione di morbillo. Ma non basta.

Anche gli adulti devono vaccinarsi contro il morbillo

Ci sono molti adulti che non sono immuni al morbillo. Alcuni non sono stati vaccinati, altri hanno ricevuto una sola somministrazione di vaccino, mentre ne sono necessarie due. In questo caso è indispensabile vaccinarsi, atto che diventa imperativo e irrinunciabile se l’adulto non immune è un sanitario, un insegnante o una persona che sta a contatto con il pubblico o con persone deboli e malate. Se sapete di non essere immuni, o anche se siete in dubbio, recatevi al centro vaccinazioni della vostra ASL o dal vostro medico di fiducia, per provvedere il prima possibile. Potreste con questo gesto salvare la vostra vita e quella di altri.

Alcune precisazioni

1) Il vaccino trivalente (morbillo, parotite e rosolia – MPR) è sicurissimo (gli effetti collaterali gravi sono tanto rari che è difficile calcolarli, ma parliamo di un caso su alcuni milioni, quindi il rischio maggiore lo correrete in auto da casa vostra al centro vaccinazioni, guidate con prudenza), ed efficacissimo: oltre il 98%.

2) Il vaccino MPR è controindicato per le donne che aspettano un bambino e dopo la vaccinazione è indispensabile evitare la gravidanza per almeno un mese (meglio due per prudenza).

3) Il vaccino MPR non è controindicato durante l’allattamento, però è meglio arrivare alla gravidanza già vaccinate, perché in questo modo si possono trasmettere gli anticorpi contro il morbillo al bambino attraverso la placenta. Il latte materno non fornisce alcuna protezione contro il morbillo.

4) Chi è vaccinato con MPR non è infettivo, anzi, essendo immune non può infettarsi e non trasmette la malattia.

5) Se un individuo ha già avuto una o due delle tre malattie può tranquillamente usare il vaccino MPR senza alcuna controindicazione.

6) Per essere chiari: tutte le persone che non sono immuni al morbillo devono essere vaccinate, se non esistono specifiche controindicazioni (molto rare, a parte la gravidanza).

7) L’immunità contro il morbillo, sia che derivi dalla malattia, sia che derivi dal vaccino, dura per tutta la vita.

Insomma, andate a vaccinarvi e toglietevi il pensiero una volta per tutti; proteggerete voi stessi, i vostri bimbi e tutti gli altri. Non ci sono scuse.

 

Roberto Burioni

 

Fonti: CDC Measles pink book. CDC Guidelines for Vaccinating Pregnant Women

 

(Foto di CHOReograPH)

 

Back To Top